News Salute

VIETARE DOCCE E LETTINI SOLARI, PROVOCANO IL CANCRO. L’ALLARME DALL’AGENZIA FRANCESE PER LA SICUREZZA

Woman using Tanning Bed

Stop ai lettini abbronzanti, sono troppo pericolosi. In Francia l’Anses ne chiede la messa al bando, dopo aver analizzato tutti gli ultimi studi pubblicati (che li collegano al cancro della pelle).

L’Agenzia per la sicurezza sanitaria nazionale francese (ANSES) infatti ha raccomandato al governo “di adottare qualsiasi misura per fermare l’esposizione della popolazione ai raggi UV artificiali emessi da lettini abbronzanti per scopi cosmetici”.

Secondo l’Anses, infatti, non ci sono dubbi sul rischio di cancro associato all’uso di apparecchiature UV per l’abbronzatura indoor.

L’uso per scopi cosmetici di lettini e docce abbronzanti è aumentato notevolmente nel corso degli ultimi 30 anni, sollevando molte domande e dubbi relativi agli effetti sulla salute. In Francia sono state adottate alcune misure per regolamentare l’uso di attrezzature per l’abbronzatura ma il Ministero della sanità francese ha chiesto ad ANSES di fare il punto sulle ricerche scientifiche che hanno studiato gli effetti dell’esposizione alle radiazioni ultraviolette artificiali.

Il rischio di cancro alla pelle legato a questo tipo di abbronzatura è stato ormai accertato. Secondo l’ANSES, i lettini e le cabine abbronzanti emettono radiazioni ad alta intensità, pari all’esposizione al sole tropicale. Queste dosi ricevute durante le sedute di abbronzatura si aggiungono a quelle ricevute in modo naturale. I risultati? Causano danni al DNA e aumentano il rischio di cancro della pelle.

È importante ricordare che non può essere stabilito alcun valore limite sull’irradiamento per proteggere gli utenti” precisa l’Agenzia.

Abbronzatura solare e artificiale: c’è differenza

La colorazione della pelle causata dalle radiazioni UV artificiali segue un meccanismo diverso da quello di un’abbronzatura naturale. L’esposizione ai raggi UV artificiali non prepara la pelle a quella del sole e non protegge contro le scottature. Infine, l’uso di lettini abbronzanti non consente un apporto significativo di vitamina D.

Nel suo precedente parere, l’Agenzia aveva raccomandato di evitare l’esposizione ai raggi UV artificiali. Negli Usa, i lettini e le lampade sono vietate ai minori di 18 anni.

E in Italia?

Anche nel nostro paese vige questo divieto, anche se è ampiamente aggirato. In Italia le lampade solari sono vietate per legge ai minori di 18 anni dal 2011 ma secondo una ricercapubblicata su Medicine e condotta dall’Istituto Oncologico Romagnolo, il 7% degli adolescenti continuano a utilizzarle e nel 33% dei casi hanno anche il consenso dei genitori.

Il divieto vale anche per le donne in gravidanza, per le persone che soffrono o hanno sofferto di neoplasie della cute e per quelle che non si abbronzano o che si scottano facilmente.

Nessuna sanzione per chi viola la legge né controlli. Un divieto che così formulato serve a poco.

Francesca Mancuso – GreenMe