, ,

STUDIO PAZZESCO SUL BURRO: NE MANGI MOLTO E NON RIESCI A FARNE A MENO? ECCO COSA ACCADE AL TUO CORPO…

loading...

La demonizzazione del burro in cucina negli ultimi anni ha subito diversi colpi. I nutrizionisti stanno rivalutando quel tipo di grassi animali e questo potrebbe essere il colpo di grazia. Secondo la rivista medica The Lancet, come riferisce Repubblica, il burro e i suoi affini non sarebbero dannosi per la salute. “Per decenni – sostengono i ricercatori della McMaster University in Ontario, Canada – le linee guida sull’alimentazione si sono concentrate sulla riduzione dei grassi”. Si è ripiegato, dunque, su pane, pasta e cereali. “Ma gli individui che assumono molti carboidrati potrebbero trarre benefici per la salute da una loro riduzione e da un aumento del consumo di grassi”.

Analizzando 135mila persone in 18 paesi di 5 continenti, per sette anni. Si voleva fare luce, attraverso le tabelle alimentari,sul rapporto fra carboidrati e grassi fosse e malattie cardiovascolari. Stefania Ruggeri, nutrizionista e ricercatrice del Crea, Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’ analisi dell’ economia agraria e docente all’università di Tor Vergata, spiega il motivo della riabilitazione dei grassi: “I cibi grassi saziano molto, e a lungo. Per questo vengono indicati in molte diete. I carboidrati raffinati invece hanno un alto indice glicemico. Vuol dire che fanno alzare la glicemia rapidamente. L’ organismo reagisce producendo molta insulina, che riporta l’ indice in basso, ma fa sentire subito fame”.

Ovviamente i grassi restano ancora “banditi” per altri aspetti: tumori e fertilità. Un libro recente, The big fat surprise, in Usa, attribuisce a una sorta di complotto scientifico l’ anatema contro questi nutrienti. I ricercatori francesi consigliano di fissare a 35% le calorie giornaliere fornite dai grassi rispetto al 30% massimo delle linee guida attuali. Il tetto dei carboidrati, che oggi è fissato al 60% dovrebbe secondo The Lancet scendere al 50-55%. Quindi sì al  burro, senza ovviamente sfondarci. Consigliati anche i grassi del pesce o quelli vegetali, cosiddetti polinsaturi. E la frutta secca.

loading...

via Libero

loading...

COSA NE PENSI DI QUESTO ARTICOLO?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

loading...

BOLLO AUTO: GRAZIE A QUESTA SENTENZA E’ POSSIBILE NON PAGARE PIU’ 1 EURO DELLA TASSA PIU’ ODIATA

RIVOLUZIONE IN AUTO: ECCO IL TRUCCO CHE RIESCE A FARTI TROVARE SEMPRE PARCHEGGIO