Ambiente Curiosità

SI, È POSSIBILE TRASFORMARE LA PLASTICA ABBANDONATA IN BENZINA PER LE AUTO. COSTA MENO ED INQUINA MENO. ECCO PERCHÉ

Un nuovo studio del Earth Engineering Center (EEC | CCNY) presso la Grove School of Engineering del City College di New York suggerisce che i rifiuti di plastica possono essere effettivamente convertiti in combustibile ed energia utilizzabili piuttosto che essere scaricati in discarica o inquinare l’oceano. I ricercatori hanno scoperto che l’aggiunta di materie plastiche non riciclate (NRP) a un processo di riciclaggio chimico noto come gassificazione si traduce nella produzione di combustibile a base di petrolio grezzo. Riduce inoltre l’inquinamento, sia di plastica che di emissioni, in contrasto con i metodi tradizionali di smaltimento dei rifiuti di plastica, come l’incenerimento o lo scarico.

La plastica è un prodotto derivato dal petrolio grezzo e, come tale, contiene una significativa energia latente che può essere sfruttata usando la giusta tecnologia e tecnica. “Questo studio dimostra che poiché le materie prime ad alto tenore di carbonio e idrogeno hanno un elevato contenuto energetico, esiste un enorme potenziale per utilizzare tecnologie come la gassificazione per convertire questi materiali in carburanti, prodotti chimici e altri prodotti”, ha detto a Phys il coautore dello studio Marco J. Castaldi. Mentre aumentano le preoccupazioni per l’inquinamento plastico, gli scienziati stanno cercando di riformulare la plastica come una risorsa piuttosto che uno spreco . “La plastica ha un uso di fine vita che trasformerà i rifiuti in energia, che è qualcosa di cui tutti abbiamo bisogno e che usiamo“, ha detto a Phys.org la co-autrice Demetra Tsiamis.

La gassificazione utilizza aria o vapore per riscaldare i rifiuti di plastica. Ciò si traduce nella creazione di miscele di gas industriali chiamate gas di sintesi o syngas. Questo syngas può essere convertito in diesel e benzina o bruciato direttamente per generare elettricità. Questo processo è preferibile all’incenerimento dei rifiuti di plastica perché consente lo stoccaggio di energia potenzialmente utilizzabile che altrimenti andrebbe sprecata attraverso l’incenerimento. La gassificazione è anche migliore per la qualità dell’aria, producendo livelli molto più bassi di emissioni di zolfo e ossido di azoto. E’ chiaro che l’alternativa migliore resta soprattutto l’energia solare, ma, in presenza della plastica abbandonata sarebbe opportuno prender nota di questa opportunità.  A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

L’articolo Si, è possibile trasformare la plastica abbandonata in benzina per le auto. Costa meno ed inquina meno. Ecco perché proviene da Globo Channel – web, curiosità, scienza, tecnologia, record mondiali, video-tutorial dall’italia e dal mondo.