,

Quest’uomo ha Guarito 5000 persone: Questa è la sua ricetta per combattere il cancro

La canapa o l’olio di cannabis è stato utilizzato da molte persone per secoli, poi vietato nella seconda metà del 20° secolo, a seguito della crescita dell’industria farmaceutica che fattura miliardi di dollari.

Rick Simpson è un ingegnere meccanico e un medico autodidatta, a cui fu diagnosticato un cancro della pelle nel 2002 e ha combattuto questa malattia utilizzando questo olio miracoloso. Al giorno d’oggi, è uno dei più grandi attivisti mondiali per la legalizzazione di olio di canapa. Utilizzando questo trattamento, ha curato più di 5.000 persone.

Ha partecipato a un dibattito organizzato a Belgrado, capitale della Serbia, su questo argomento. Egli afferma che la canapa o l’olio di cannabis può curare una vasta gamma di problemi di salute gravi, come il diabete, l’arteriosclerosi, sclerosi multipla, epilessia, asma, psoriasi, così come alcune forme di cancro.

loading...

Rick ha raccontato la sua storia alla rivista serba Telegraph “Ho sempre detto alla gente -La cannabis curerà voi, e vedrete che allo stato attuale, è la cura migliore che c’è al mondo”

Dopo ha iniziato a raccontare la sua storia: “E’ stato 2002, non ne potevo più di operazioni non riuscite su tre lesioni pigmentate sulla pelle del mio viso. Non appena queste sono state rimosse, sono riapparse ancora di più! Dato che avevo studiato le piante come hobby per anni, un giorno, mentre stavo guardando le mie ferite nello specchio, mi sono ricordato di uno studio della University of Virginia, il quale affermava che il THC, un componente attivo della cannabis potrebbe curare il cancro. Ho preso un pò di olio di cannabis che avevo preparato in anticipo dal cabinet e ho messo poche gocce direttamente sulla ferita “.

Non furono risultati significativi notati in un primo momento. Si fasciò le ferite dopo l’applicazione dell’olio e attese per alcuni giorni.

Poi, ha proseguito: “Dopo quattro giorni ho tolto le bende e non potevo credere ai miei occhi! La ferita non c’era più, e la mia pelle si era rigenerata! Ho subito cominciato a parlare con la gente su come avevo curato il cancro della pelle con l’olio di cannabis … Tutti risero di me, ma sono passati anni, e il cancro non è ancora tornato “.

Da allora in poi, Simpson ha deciso di aiutare le persone bisognose di questa cura, e il suo lavoro ha portato in migliaia di casi risolti in modo efficace. Il suo ultimo caso è stato un uomo di 80 anni che stava morendo di cancro ai polmoni.

“L’uomo era tutto gonfio dalla chemioterapia, con ferite aperte sulle gambe e a malapena respirava! Dopo che i medici gli avevano pochi giorni di vita, il figlio lo ha portato da me. Ho consigliato la terapia con l’olio di cannabis, il giovane aveva anche consultato il medico di suo padre. Il medico, naturalmente, ha respinto tale trattamento, quindi alla fine il giovane prese l’olio da me, imbevuto in un piccolo cracker lo diede a suo padre. “

In meno di trenta minuti, l’anziano ha finalmente iniziato a respirare di nuovo normalmente e il suo respiro si è stabilizzato durante la notte.

Il figlio non voleva più aspettare così ha controllato il padre fuori l’ospedale la mattina seguente. Ha anche smesso con tutte le terapie prescritte a suo padre perché i medici in pratica gli avevano detto che non c’era alcuna possibilità, dunque perché continuare?. Dopo sei settimane di trattamento con olio di cannabis, l’anziano non aveva più bisogno di insulina, e dopo tre mesi è stato completamente guarito dal cancro”, dice Rick

Inoltre, ha dichiarato che la terapia con l’olio di cannabis è ugualmente efficace in tutti i casi, perché non conosce limiti di età. Si può anche somministrare ai bambini.

Al fine di fornire materie prime fresche per il suo olio di canapa, Rick ha cominciato a crescere la marijuana, ma il suo campo è stato perquisito quattro volte in tre anni da parte della polizia. Le persone che affermano pubblicamente di curare il cancro sono minacciate da 5 a 40 anni di reclusione, secondo le leggi in Nord America.

Così, Jack è stato imprigionato per quattro giorni in Canada, nel 2005, per la coltivazione, il possesso e la vendita di marijuana. Tuttavia è riuscito a venirne fuori.

“La cosa peggiore di tutte è stata che i giurati erano parenti e amici di persone che avevo curato con l’olio di cannabis. Anche il giudice sapeva che era tutta una farsa! Tutti sapevano, e nessuno poteva fare nulla! Non hanno nemmeno permesso ai dieci pazienti che ho curato e portato al processo di testimoniare! Essi, inoltre, non hanno permesso ai medici di uscire dalla panchina per mostrare una pila di documenti medici circa gli effetti del mio olio. Se non si conosce il significato di un “tribunale vigliacco,” andate in Canada e vedrete cosa voglio dire “, afferma Jack.

Rick sostiene di aver mai venduto erbaccia, ma solo olio di canapa, e come è stato profondamente deluso dal governo canadese e dai medici corrotti, ha anche messo la ricetta per l’olio di canapa sulla pagina web: phoenixtears.ca

Secondo lui, la preparazione di questo olio miracoloso è estremamente facile.Il trattamento di Simpson inizia con alcune gocce di olio di canapa tre volte al giorno.

“La dose abituale che io do ai malati di cancro è di 60 grammi entro 90 giorni. E, non è mai troppo tardi per il paziente per iniziare la terapia olio di cannabis. Non c’è una tale scusa come, “E ‘tardi”…”

Inoltre, aggiunge che a differenza dell’Europa, il Nord America chiude ancora un occhio quando si tratta di legalizzazione della cannabis. Egli ritiene che tutti i paesi del mondo dovrebbero permettere ai loro cittadini di coltivare e utilizzare la cannabis per scopi medici. Egli sottolinea inoltre che le farmacie dovrebbero essere aperte per coloro che non possono coltivarlo.

“Poco si sa del fatto che la cannabis è stata usata come uno dei maggior rimedi di guarigione centinaia di anni prima di Cristo. Negli antichi scritti religiosi persiani, che tra l’altro descrivono le maggior parte delle erbe curative, la cannabis prende il primo posto “, conclude Rick.

Il suo più grande desiderio e obiettivo è quello di vivere in un mondo senza cancro.

La Mia Parte Intollerante

loading...

COSA NE PENSI DI QUESTO ARTICOLO?

1 point
Upvote Downvote

Total votes: 1

Upvotes: 1

Upvotes percentage: 100.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

loading...

OGM? Glifosato? Scegli con cura cosa porti in tavola, la tua salute non ha prezzo.

Trovata fossa comune all’interno di un orfanotrofio cattolico in Irlanda