Salute

OTTO SINTOMI DEL CANCRO AL POLMONE E COSA FARE PER RIDURRE I RISCHI

Il cancro al polmone è il secondo più comune tipo di cancro che colpisce le persone e il più comune fra gli uomini. Rappresenta circa il 13% di tutti i nuovi casi di tumore negli Stati Uniti ed è il più letale tra tutti i tipi di cancro (un altro dei più mortali è quello al pancreas). Inutile dire che una delle cause più comuni e dei principali fattori di rischio per lo sviluppo della malattia è il fumo. Circa nove tumori al polmone su dieci sono causati dal fumo. Altri fattori, tra cui precedenti in famiglia ed esposizione sul posto di lavoro a sostanze che possano provocare il cancro, aumentano il rischio di tumore al polmone.

Come molti altri tipi di cancro, anche quello al polmone solitamente non provoca sintomi fino agli stadi più avanzati. Se viene scoperto presto, è perché di solito succede durante una radiografia di routine al torace. Se rilevato nelle prime fasi, ha buone possibilità di essere curato.

Sintomi del cancro al polmone

Il cancro al polmone solitamente non presenta sintomi, nelle fasi iniziali. Quando la malattia progredisce, possono cominciare a comparire i seguenti sintomi:

  • tosse persistente;
  • tosse con sangue o catarro;
  • fiato corto;
  • affanno;
  • dolore al petto che può peggiorare quando si inspira a fondo, si tossisce o si ride;
  • voce roca;
  • debolezza e stanchezza;
  • calo dell’appetito.

Se avverti tali sintomi, rivolgiti al medico il prima possibile. Potrebbero non essere causati dal cancro al polmone, ma richiedono comunque un parere specialistico.

Fattori di rischio per lo sviluppo del cancro al polmone

Ci sono una serie di fattori noti per aumentare il rischio di cancro al polmone. Includono i seguenti:

  • fumo – più a lungo fumi e più sigarette fumi, più probabilità avrai di sviluppare un cancro al polmone;
  • esposizione prolungata a fumo passivo;
  • esposizione al radon;
  • esposizione all’amianto;
  • avere un parente stretto che ha o ha avuto il cancro al polmone;
  • vivere in un’area affetta da inquinamento industriale (più comune nei paesi in via di sviluppo);
  • età avanzata – l’età media delle persone a cui viene diagnosticato è 70 anni;
  • soffrire di broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) – termine generale per l’enfisema e la bronchite cronica;
  • esposizione sul posto di lavoro a gas di scarico diesel e altri agenti chimici nocivi.

Come ridurre il rischio di sviluppare il cancro al polmone

La cosa più importante che tu possa fare per ridurre il cancro al polmone è non fumare. Se fumi e trovi difficile smettere, chiedi al tuo medico consigli circa i metodi che possono aiutarti a farlo. Anche se hai fumato per lungo tempo, puoi comunque ridurre il rischio di ammalarti scegliendo di smettere.

Ecco alcune misure che puoi adottare per ridurre il rischio di sviluppare la malattia:

  • evita il fumo passivo e chiedi a chi vive con te di smettere di fumare;
  • fai controllare la casa per verificare che non vi sia presenza di radon;
  • prendi le necessarie precauzioni sul lavoro per minimizzare l’esposizione a sostanze che possano provocare il cancro;
  • segui una dieta sana ricca di frutta fresca e verdura e fai regolarmente esercizio per migliorare la tua salute generale e ridurre il rischio di cancro al polmone e di altri tipi di tumore.

Fonte: MedicineNetMayo ClinicMedicalNewsTodayHealthLine

via Fabiosa