Salute

NEI, ECCO PERCHÉ È IMPORTANTE CONTROLLARLI PRIMA DELL’ESTATE

Controllo dei nei: assolutamente da fare prima di prendere il sole – articolo di SoluzioniBio

Prima di esporci al sole, occorre controllare la forma e l’aspetto dei nei sul nostro corpo, ed è una cosa importantissima da fare, perché ci permette di prevenire una grave malattia, il melanoma, ovvero un tumore della pelle che può, se trascurato, provocare conseguenze anche molto gravi.

Nei, come esporci al sole in tranquillità. Per eseguire questa verifica è necessario conoscere alcune regole molto semplici, che permettono di distinguere immediatamente un neo sospetto da uno sano.

In linea generale un neo va fatto esaminare con attenzione dall’esperto dermatologo quando presenta alcune caratteristiche particolari. Quali sono?

Nei e sole: evitate le scottature. Durante l’estate e l’esposizione al sole è bene prestare più attenzione ai nei; infatti i pazienti con molti nei hanno una pelle delicata e sono maggiormente esposti alle scottature solari.

Da questo punto di vista il neo si comporta come una specie di segnale: ricorda alla persona che la sua pelle è molto sensibile e che quindi l’azione del sole potrebbe provocare scottature, comparsa di efelidi e di altre macchie.

Perciò si suggerisce a tutti, ma in particolare ai pazienti con la pelle molto chiara, quando sono al sole, di non dimenticare mai una crema solare ad alta protezione e di indossare una maglietta e un cappello. Per il resto il sole non ha un effetto specifico sui nei.

Quando un neo diventa sospetto. Bordi:  prima di tutto il neo sospetto deve essere asimmetrico.

E lo sono molti: se immaginiamo di dividerlo in due parti, queste, sovrapposte, non combaciano tra loro.

In secondo luogo si guardano i bordi del neo: se sono netti e regolari, tutto bene. Se invece sono sfumati, o frastagliati, questo è un segnale da non trascurare.

Colore: i nei più pericolosi, ma anche quelli più comuni, hanno un colore marrone scuro, talvolta rossastro o addirittura nero.

Sanguinamento: se un neo sanguina anche dopo il minimo sfregamento o cambia nel tempo forma e colore, è bene farlo controllare immediatamente dallo specialista, anche se fino a pochi mesi o settimane prima era un neo perfettamente normale, dai contorni regolari, che non aveva mai dato problemi.

Fonte: SoluzioniBio

via Informare per Resistere