Lo Spillo

LENZUOLA IN ESTATE: ECCO OGNI QUANTO ACCUMULANO BATTERI, FUNGHI E SECREZIONI ANALI

Batteri e funghi: ecco ogni quanto vanno cambiate federe e lenzuola – di Soluzioni Bio

Ci pensiamo mai che il nostro letto può essere il luogo in cui ci ammaliamo a causa di batteri e acari che convivono con noi?

Doccia e pigiami puliti non bastano: il letto è un luogo dove possono proliferare in breve tempo (e in gran quantità) batteri e funghi, almeno stando all’ultimo studio del microbiologo Philip Tierno della New York University.

Se lasciamo per troppo tempo le stesse lenzuola, la vita batterica e microscopica che vive tra le loro pieghe potrebbe anche farci ammalare.

Cosa si trova nella lenzuola, soprattutto d’estate. Soprattutto in estate il nostro corpo produce molto sudore e l’umidità è il terreno di coltura perfetto per i funghi: quale luogo migliore dei materassi e dei cuscini per proliferare?

Uno studio ha persino scoperto che nei cuscini, dopo un anno e mezzo di utilizzo, si possono rilevare anche 17 tipi diversi di funghi. 

Per non parlare delle lenzuola. I microbi che vivono tra le lenzuola vengono prodotti soprattutto da noi: il nostro corpo consente la nascita di funghi che produciamo tramite il sudore, ma anche con l’epidermide, l’espettorazione (i colpi di tosse e gli starnuti) o con le secrezioni vaginali e anali.

Tutte condizioni che d’estate vengono esasperate a causa del caldo, che aumenta la sudorazione, e del mix di microbi che vanno aggiunti quelli esterni, come pollini e acari della polvere, che aumentano perché teniamo più spesso le finestre aperte.

Ogni quanto cambiare le lenzuola?

Questo vuol dire che dopo una o due settimane le nostre lenzuola si trasformano in un covo di germi: i microbi si trovano così vicino alla bocca e al naso che è impossibile non inalarli.

Si rischiano quindi sintomi allergici come il raffreddore la gola irritata, “anche se non si soffre di allergie”.

Ogni quanto cambiare lenzuola, federe e pigiami in estate. Pigiama, camicie da notte e federe vanno cambiate una volta a settimana, specie in estate.

È questa la giusta frequenza secondo Sally Bloomfield, consulente in igiene e prevenzione delle malattie infettive. Fonte: SoluzioniBio

via Informare per Resistere

SEGUICI SU FACEBOOK

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.