Plastica a cena.” Le materie plastiche stanno inquinando i corsi d’acqua del mondo – e si trovano anche nell’intestino della media della popolazione mondiale. I ricercatori nel Regno Unito hanno stabilito che il residente medio britannico consuma, in media,70.000 bit di microplastica ogni anno. In uno studio pubblicato sulla rivista Environmental Pollution , gli scienziati hanno posizionato piatti di Petri appiccicosiaccanto a piatti per la cena in diverse case britanniche. Dopo soli venti minuti, una media di 14 bit di microplastica raccolti in ciascuna capsula di Petri. I ricercatori hanno quindi utilizzato questi dati per stimare che ogni piatto da cucina accumula circa 100 pezzi di microplastica, provenienti da vestiti, pneumatici, tappeti e qualsiasi numero di prodotti di plastica incontrati nella vita quotidiana.

Lo studio sulla piastra da pranzo che ha prodotto questi risultati è stato inizialmente progettato per testare il livello di contaminazione da plastica nei prodotti ittici. “Questi risultati possono sorprendere per alcune persone che potrebbero aspettarsi che le fibre di plastica nei prodotti ittici siano più alte di quelle presenti nelle polveri domestiche“, ha detto in una nota l’autore dello studio Ted Henry . “Non sappiamo da dove provengano queste fibre, ma è probabile che si trovino all’interno della casa e in un ambiente più ampio“. La plastica fluttuante nelle case attira anche altri inquinanti tossici. Nel frattempo, la produzione di plastica globale continua. A meno che non verrà fatto qualcosa per contrastare questo preoccupante processo, si prevede che i rifiuti plastici globali raggiungeranno i 12 miliardi di tonnellate entro il 2050.

I piatti per la cena non sono l’unico mezzo attraverso il quale i bit di microplastica entrano nel corpo umano. Il bicchiere medio di acqua di rubinetto negli Stati Uniti contiene 4,8 fibre di plastica, mentre la stessa quantità di acqua di rubinetto in Europa contiene in media 1,9 fibre. In realtà, l’acqua in bottiglia peggiora in termini di contenuto di plastica,con ogni flacone contenente il doppio di particelle rispetto alla quantità equivalente di acqua di rubinetto.

Via Global Citizen

Immagini via Depositphotos (1)

via GloboChannel