di Gianni Lannes

Nelle aree più contaminate d’Italia i tumori sonoaumentati anche del 90% in soli dieci anni. Le aree più inquinate del belpaeseattendono dal 1996 una bonifica che non arriva, se non sotto forma dispeculazione politica ed economica, mentre aumenta la mortalità a causa del galoppante inquinamento industriale; discorso a parte quello bellico: l’incidenzaoncologica, in particolare cancro della tiroide, tumore alla mammella emesotelioma.

Nel 2014 in sordina, è stato pubblicato sul sitodell’Associazione degli epidemiologi il terzo dossier dell’Istituto superioredi Sanità sugli effetti sulla salute delle popolazioni esposte nei “Siti diinteresse nazionale per le bonifiche”. E’ l’aggiornamento dello studio“Sentieri”, realizzato dal Dipartimento ambiente e connessa prevenzioneprimaria dell’ISS dopo quelli realizzati nel 2010 e 2011. L’indagine intendeapprofondire il livello di compromissione della salute dei 5 milioni diitaliani che convivono coi fumi dei camini delle centrali a carbone, intornoalle discariche tossiche o in prossimità delle industrie chimiche che hannosversamento per anni i loro veleni contaminando terreni e acque. L’incrocio di mortalità, incidenza oncologica ericoveri fa emergere dati sempre più drammatici. A Taranto eccesso di tumorialla tiroide, in dieci anni +58% tra gli uomini e + 20% tra le donne. E altroveè anche peggio.

Dalla Val D’Aosta alla Sicilia. Quarantaquattro areedel Paese inquinate oltre ogni limite di legge. Sei milioni di persone espostia rischio malattie, tutte mortali: tumori, malattie respiratorie, malattiecircolatorie, malattie neurologiche, malattie renali. Tutto ufficiale, anche se scritto in burocratese dal ministero della cosiddetta “salute”. Le cifre, ovviamente, ben note ai governanti nazionali e locali dai primi anni ’90, sono ampiamente sottostimate.

Emarese (Aosta)

Comune di Emarese.

«Il decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: miniera, amianto e discariche.Mortalità per tutte le cause e malattie del sistema circolatorio. L’esiguitànumerica della popolazione residente non ha consentito una completa valutazionedella mortalità nel periodo studiato».

Pieve Vergonte (Verbania, Cusio, Ossola)

Comuni di Piedimulera, Pieve Vergonte e Vogogna.

«Il Decreto di perimetrazione di questo SIN elencala presenza di impianti chimici e di discariche (RSU, rifiuti spe- ciali nonpericolosi, rifiuti da metallurgia Pb, Zn, Cu, cavi elettrici plastificati). Ilprofilo di mortalità nel SIN di Pieve Vergonte mostra un eccesso tra gli uominie le donne per tutte le cause, tutti i tumori e per le malattie circolatorie.Si osserva un eccesso per il tumore del colon-retto tra le donne e per iltumore dello stomaco in entrambi i generi, seppure con stime imprecise».

Balangero (Torino)

Comuni di Balangero e Corio.

«Il Decreto di perimetrazione elenca la presenzadelle seguenti tipologie di impianti: amianto, discariche e miniera. Il profilodi mortalità nel SIN mostra, nel complesso delle principali cause di morte uneccesso della mortalità per tutte le cause in entrambi i generi, per lemalattie del sistema circolatorio nelle donne, per le malattie degli apparatirespiratorio e digerente negli uomini. È presente un incremento della mortalitàper tumore della pleura negli uomini, dato affetto da un’imprecisione dellastima».

Casal Monferrato (Alessandria)

Comuni di Alfiano Natta, Altavilla Monferrato,Balzola, Borgo San Martino, Bozzole, Camagna Monferrato, Camino, CasaleMonferrato, Castelletto Merli, Cella Monte, Cereseto, Cerrina Monferrato,Coniolo, Conzano, Frassinello Monferrato, Frassineto Po, Gabiano, Giarole,Mirabello Monferrato, Mombello Monferrato, Moncalvo, Moncestino, Morano sul Po,Murisengo, Occimiano, Odalengo Grande, Odalengo Piccolo, Olivola, Ottiglio,Ozzano Monferrato, Palazzolo Vercellese, Pomaro Monferrato, Pontestura, PonzanoMonferrato, Rosignano Monferrato, Sala Monferrato, San Giorgio Monferrato,Serralunga di Crea, Solonghello, Terruggia, Ticineto, Treville, Trino,Valmacca, Vignale Monferrato, Villadeati, Villamiroglio e Villanova Monferrato.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN segnala lapresenza di un’industria per la lavorazione e produzione di manufatti diamianto. Un eccesso della mortalità per tutte le cause, per tutti i tumori eper le malattie del sistema circolatorio. Si osservano eccessi per il tumorepolmonare negli uomini, e in entrambi i generi per il tumore pleurico. Sonostate pubblicate una serie di indagini epidemiologiche condotte a CasaleMonferrato. Uno studio di coorte occupazionale condotto su 3.443 lavoratori delcemento-amianto della Eternit. In entrambi i generi sono stati osservatieccessi della mortalità per tutte le cause, tumore polmonare, tumore dellapleura, tumore del peritoneo e asbestosi. Nelle donne è stato confermato l’aumentodella mortalità per tumore dell’ovaio e dell’utero».

Serravalle Scrivia (Alessandria)

Comuni di Serravalle Scrivia e Stazzano.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza di un impianto di rigenerazione olii esausti. Il profilo di mortalitànel SIN mostra, nel complesso delle principali cause di morte un eccesso nelledonne per tutte le cause e per le malattie dell’apparato circolatorio.L’eccesso nella mortalità per tutte le cause può essere in parte attribuibileall’aumento di rischio per malattie dell’apparato circolatorio. Si documenta uneccesso negli uomini per tumore dello stomaco».

Cengio (Savona) e Saliceto (Alessandria)

Comuni di Bergolo, Bistagno, Bubbio, CairoMontenotte, Camerana, Castelletto Uzzone, Castino, Cengio, Cessole, Cortemilia,Cosseria, Cravanzana, Feisoglio, Gorzegno, Gottasecca, Levice, Loazzolo,Millesimo, Mombarcaro, Monastero Bormida, Monesiglio, Montezemolo, NiellaBelbo, Perletto, Ponti, Pruneto, Sale San Giovanni, Saliceto, San GiorgioScarampi, Sessame, Torre Bormida e Vesime.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza di impianti chimici con produzione di coloranti e di discariche. Siosserva un eccesso in entrambi i generi per il tumore dello stomaco. Si osservaun eccesso nelle donne, per l’asma, sia in presenza sia in assenza dicorrezione per fattori socioeconomici».

Cogoleto-Stoppani (Genova)

Comuni di Arenzano e Cogoleto.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza di un impianto per la produzione del bicromato di sodio e di unadiscarica. Per il complesso delle principali cause di morte mostrano unamortalità osservata simile a quella attesa tra gli uomini, mentre nellapopolazione femminile indicano un eccesso per tutte le cause e per le malattiedell’apparato genitourinario. Si osserva un eccesso di rischio nelle donne, perl’asma. Inoltre, uno studio recente, effettuato dal CNR e da ARPA Liguria1, haanalizzato i sedimenti marini, evidenziando alte concentrazioni di metallipesanti, come cromo esavalente e nichel e, in minore quantità, di argento,mercurio, piombo, rame e zinco».

Pitelli (La Spezia)

Comuni di La Spezia e Lerici.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: impianti chimici, centraleelettrica, area portuale, amianto e discarica. Nel SIN risultano in eccesso lamortalità per tutti tumori e per le malattie dell’apparato respiratorio negliuomini. Risultano in eccesso negli uomini la mortalità per il tumore dellostomaco, del polmone, della pleura e per malattie dell’apparato respiratorio.Due studi dei lavoratori dei petrolchimici di Genova e La Spezia hannoevidenziato un eccesso di mortalità per mesotelioma pleurico tra imanutentori».

Sesto San Giovanni (Milano)

Comuni di Cologno Monzese e Sesto San Giovanni.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: impianto siderurgico ediscariche. Per malattie dell’apparato respiratorio, acute, croniche e asma ènota una componente occupazionale. Polveri, gas, fumi, agenti sensibilizzantisono tra le esposizioni con accertato ruolo eziologico per queste patologie».

Cerro al Lambro (Milano)

Comuni di Cerro al Lambro e San Zenone al Lambro.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN segnala lapresenza di discariche. Nel complesso nell’area di Cerro al Lambro si osservauna mortalità per tutte le cause e causa-specifica che non si di- scostadall’atteso regionale».

Pioltello Rodano (Milano)

Comuni di Pioltello e Rodano.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti o sorgenti di esposizioneambientale: impianto chimico e discariche. Negli uomini si osserva un difettodella mortalità per tutti i tumori, e un eccesso per le malattie del-l’apparato digerente».

Broni (Pavia)

Comune di Broni.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN indica lapresenza di un’area di produzione di manufatti di cemento-amianto. Eccesso dimortalità per tutte le cause negli uomini e, in entrambi i generi, un eccessodi mortalità per patologie dell’apparato cardiovascolare. Il tumore malignodella pleura sia negli uomini sia nelle donne risulta in eccesso, con unaumento dei rispettivi SMR di più di 10 volte».

Brescia

Comuni di Brescia, Castegnato e Passirano.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: chimico, discarica. I valoriosservati per la mortalità per tutti i tumori in entrambi i generi e lemalattie respiratorie negli uomini sono superiori all’atteso. Elevataprobabilità al linfoma non Hodgkin. Sono stati osservati eccessi per questacausa di morte negli uomini».

Laghi di Mantova

Comune di Mantova Virgilio.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN Laghi diMantova e Polo chimico elenca la presenza delle seguenti tipologie di impianti:impianti chimici (metallurgia, cartaria), petrolchimico, raffineria, areaportuale e discariche industriali. Per le principali cause di morte, un difettoper tutti i tumori e un eccesso per le malattie dell’apparato circolatorionegli uomini. Un valore dell’SMR in eccesso, anche se affetto da imprecisione,è osservato per l’asma nelle donne».

Bolzano

Comune di Bolzano.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza di un impianto per la produzione di alluminio e di magnesio. Siosserva un eccesso, seppure caratterizzato da una stima imprecisa, dellamortalità per alcune condizioni morbose di origine perinatale. Per quanto riguardaaltre cause di morte non comprese nelle tabelle precedenti, si osservanoeccessi di mortalità, per il totale di uomini e donne, per le demenze».

Trento Nord

Comune di Trento.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza di un’industria chimica. Il SIN è caratterizzato da suoli inquinatidalle passate attività industriali di produzione della Carbochimica Prada, cheha cessato la produzione nel 1984, e della produzione di piombo tetraetile daparte della Società Lavorazioni Organiche Inorganiche (SLOI), attiva dal 1939al 1978. Si segnala un aumento di mortalità per tumore del colon-retto sianegli uomini sia nelle donne, anche se questi dati sono caratterizzati da stimeimprecise».

Venezia Porto Marghera

Comune di Venezia.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: impianti chimici, petrolchimico,raffineria, metallurgia, elettrometallurgia, meccanica, produzione energia areaportuale e discariche. Per uomini e donne è presente un eccesso per tutti itumori e per le malattie dell’apparato digerente. Difetti sono presenti per lemalattie circolatorie tra gli uomini e in entrambi i generi per le malattierespiratorie e dell’apparato genitourinario. Il tumore del polmone e dellapleura sono in eccesso tra uomini e donne. L’indagine dei 7.530 pescatori diChioggia e Venezia, registrati dalla capitaneria nel periodo 1971-1986, la cuimortalità è stata studiata fino al 1986, ha osservato un incremento per iltumore del fegato e dello stomaco».

Laguna di Grado e Marano (Udine)

Comuni di Carlino, Cervignano del Friuli, MaranoLagunare, San Giorgio di Nogaro, Terzo d’Aquileia e Torviscosa.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza di uno stabilimento per la produzione di cellulosa e di un’areaportuale. Si osserva un eccesso di rischio per il tumore dello stomaco negliuomini e nelle donne. Nonostante la letteratura scientifica identifichi neltipo di dieta il principale fattore di rischio per il tumore dello stomaco,l’eccesso osservato negli uomini può essere ricondotto a fattori ambientali(l’assorbimento gastroenterico come principale via di esposizione a piombo ecadmio, e a nitrati presenti nel bacino scolante della laguna) e occupazionali,vista l’associazione positiva rilevata tra tumore dello stomaco ed esposizioneprofessionale a piombo e cromo esavalente».

Trieste

Comune di Trieste.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza di impianti chimici, una raffineria, un impianto siderurgico e un’areaportuale. La mortalità per le principali cause di decesso mostra per entrambi igeneri eccessi per tutte le cause, malattie dell’apparato circolatorio,respiratorio e digerente. Nelle donne è evidente anche un eccesso per tutti itumori. Il tumore del colon-retto e le malattie acute dell’apparatorespiratorio sono in eccesso in entrambi i generi, l’osservato supera l’attesotra gli uomini per il tumore della pleura e tra le donne per le malattierespiratorie acute e croniche. La relazione tra inquinamento atmosferico e tumorepolmonare a Trieste è stata oggetto di due studi caso-controllo che hannoincluso solo uomini e hanno evidenziato un’associazione positiva e rischimaggiori per i residenti nel centro cittadino e nei pressi della zonaindustriale».

Fidenza (Parma)

Comuni di Fidenza e Salsomaggiore Terme.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: chimico e discarica di rifiutiurbani e speciali. Tra gli uomini si è osservato un eccesso della mortalità perle cause tumorali e per le malattie dell’apparato digerente. Tra le donne si èosservato un eccesso di mortalità per le malattie dell’apparato circolatorio eper le malattie dell’apparato digerente. Inoltre, l’eccesso di mortalità pertumore dello stomaco osservato tra gli uomini può essere riconducibile a unaesposizione occupazionale».

Sassuolo (Modena) e Scandiano (Reggio Emilia)

Comuni di Casalgrande, Castellarano, Castelvetro diModena, Maranello, Rubiera e Sassuolo.

«Il Decreto di perimetrazione di questo SIN elencala presenza di impianti per la lavorazione della ceramica. Il profilo dimortalità del SIN mostra, tra le principali cause di morte, eccessi tra gliuomini per tutte le cause, malattie del sistema circolatorio e dell’apparatorespiratorio; tra le donne si osservano eccessi per malattie dell’apparatodigerente. Si osserva tra gli uomini un eccesso per malattie respiratorie easma e per malformazioni congenite in tutte le classi di età».

Massa e Carrara

Comuni di Carrara e Massa.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: industria farmaceutica,petrolchimico, impianto siderurgico, area portuale, amianto, discariche einceneritore. Nelle donne si evidenziano eccessi per tutte le cause, per lemalattie dell’apparato digerente e genitourinario. In entrambi i generi siosserva un eccesso di mortalità per il tumore del fegato. Negli uomini sonopresenti eccessi di mortalità per il tu- more del polmone, della pleura, delsistema linfoematopoietico; per il linfoma non Hodgkin si osserva un eccessocon una stima imprecisa. Tra le cause non tumorali sono presenti eccessi per lemalattie respiratorie nel loro insieme, e separatamente anche per le croniche ele acute. Nelle donne si evidenzia un eccesso per le malattie respiratorieacute e difetti di mortalità per il tumore del colon- retto e del polmone. Sievidenziano eccessi di mortalità per malformazioni congenite e per lecondizioni morbose di origine perinatale».

Livorno

Comuni di Collesalvetti e Livorno.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: raffineria e area portuale. Lamortalità per tutte le cause e per tutti i tumori è risultata in eccesso inentrambi i generi. Nelle donne si registrano eccessi per le malattie delsistema circolatorio e per le malattie del sistema digerente. Si osserva, inentrambi i generi, un eccesso per il tumore del polmone e per il tumore dellapleura. Si evidenzia un eccesso di mortalità per condizioni morbose di origineperinatale».

Piombino (Livorno)

Comune di Piombino.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: chimico, siderurgico, centraletermoelettrica, area portuale e discarica industriale di rifiuti pericolosi. Ilprofilo di mortalità osservato nella popolazione residente di Piombino negliuomini mostra un eccesso per le malattie dell’apparato respiratorio, digerentee genitourinario. Nelle donne è presente un eccesso per malattie genitourinariee difetti per tutte le cause, malattie del sistema circolatorio e respiratorie.Si osserva un solo eccesso di mortalità negli uomini per il tumore dellapleura».

Orbetello (Grosseto)

Comune di Orbetello.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza di un impianto di produzione di fertilizzanti chimici. La mortalitàper tutte le cause, per tutti i tumori e per le malattie genitourinarie èrisultata in eccesso negli uomini. Un eccesso impreciso per le malattiegenitourinarie è presente anche nelle donne. Si osserva un eccesso di decessinegli uomini per asma. Le contaminazioni ambientali della laguna di Orbetellosono in gran parte dovute agli sversamenti dei residui di lavorazione dellaproduzione di fertilizzanti dell’industria ex Sitoco. L’industria si trovasulla sponda di levante della laguna di Orbetello».

Terni-Papigno

Comune di Terni.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: siderurgico e discarica di 2acategoria tipo B rifiuti speciali. Tra gli uomini residenti in questo SIN si èosservato un eccesso della mortalità per tutte le cause e per tutti i tumoririspetto all’atteso; tra le donne si è osservato un eccesso di mortalità pertutti i tumori e per le patologie dell’apparato digerente».

Falconara Marittima (Ancona)

Comune di Falconara Marittima.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: impianti chimici, raffineria,centrale termoelettrica. Il principale eccesso di rischio è per il tumore delpolmone in entrambi i generi; nelle donne risultano in eccesso le malattierespiratorie acute, mentre negli uomini è in eccesso il tumore del colon-retto.In eccesso risultano anche le malformazioni congenite con stime imprecise e lemalattie dell’apparato genitourinario, in eccesso nelle donne, anche se constime imprecise».

Basso bacino del fiume Chienti (Macerata e AscoliPiceno)

Comuni di Civitanova Marche, Montecosaro,Morrovalle, Porto Sant’Elpidio e Sant’Elpidio a Mare.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN indica lapresenza di un impianto calzaturiero. Si registra un eccesso per malattiedell’apparato genitourinario negli uomini e di malattie del sistemacircolatorio nelle donne. E un eccesso della mortalità per alcune condizioni diorigine perinatale nei bambini minori di un anno».

Bacino idrografico del fiume Sacco (Roma eFrosinone)

Comuni di Anagni, Colleferro, Ferentino, Gavignano,Morolo, Paliano, Segni, Sgurgola e Supino.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN indica lapresenza di un’industria chimica. Si osserva un eccesso di mortalità per tuttele cause in uomini e donne. Tra gli uomini si osserva un eccesso di mortalitàper tutti i tumori e per le malattie dell’apparato digerente, tra le donne siha un eccesso di mortalità per le patologie del sistema circolatorio e undifetto di mortalità per tutti i tumori. Si rileva un eccesso per tumore dellostomaco e per le malattie dell’apparato respiratorio tra gli uomini».

Litorale domizio flegreo e Agro aversano (Caserta eNapoli)

Comuni di Acerra, Arienzo, Aversa, Bacoli,Brusciano, Caivano, Camposano, Cancello ed Arnone, Capodrise, Capua, Carinaro,Carinola, Casagiove, Casal di Principe, Casaluce, Casamarciano, Casapesenna,Casapulla, Caserta, Castel Volturno, Castello di Cisterna, Cellole, Cervino,Cesa, Cicciano, Cimitile, Comiziano, Curti, Falciano del Massico, Francolise,Frignano, Giugliano in Campania, Grazzanise, Gricignano di Aversa, Lusciano,Macerata Campania, Maddaloni, Marcianise, Mariglianella, Marigliano, Melito diNapoli, Mondragone, Monte di Procida, Nola, Orta di Atella, Parete, Pomiglianod’Arco, Portico di Caserta, Pozzuoli, Qualiano, Quarto, Recale, Roccarainola,San Cipriano d’Aversa, San Felice a Cancello, San Marcellino, San MarcoEvangelista, San Nicola la Strada, San Paolo Bel Sito, San Prisco, San Tammaro,San Vitaliano, Santa Maria a Vico, Santa Maria Capua Vetere, Santa Maria laFossa, Sant’Arpino, Saviano, Scisciano, Sessa Aurunca, Succivo, Teverola,Trentola-Ducenta, Tufino, Villa di Briano, Villa Literno, Villaricca eVisciano.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza di discariche. Nel SIN sono stati osservati eccessi della mortalità inentrambi i generi per tutti i principali gruppi di cause, con eccessi dimortalità per il tumore polmonare, epatico e gastrico, del rene e dellavescica. I risultati hanno, anche, mostrato un trend di rischio in eccessoall’aumentare del valore dell’indicatore di esposizione a rifiuti per lamortalità generale, per tutti i tumori e per tumore epatico in entrambi igeneri, e per il tumore polmonare e dello stomaco nei soli uomini».

Litorale vesuviano (Napoli)

Comuni di Boscoreale, Boscotrecase, Castellammare diStabia, Ercolano, Napoli, Pompei, Portici, San Giorgio a Cremano, Terzigno,Torre Annunziata, Torre del Greco e Trecase.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle fonti di esposizione: amianto e discariche. I dati di mortalitàmostrano eccessi per le malattie degli apparati digerente e genitourinarionegli uomini e nelle donne. In assenza di correzione per indice dideprivazione, nelle donne vi è un eccesso per tutte le cause e per tutti itumori. Negli uomini tantissimi i casi di tumore alla pleura».

Tito (Potenza)

Comune di Tito.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: chimico e siderurgico. Nell’areasono presenti attività produttive di diversa dimensione e tipologia, sia infunzione sia dismesse, con impianti chimici, scorie siderurgiche, discariche dirifiuti pericolosi, discariche con amianto a cielo aperto, vasche difosfogessi. Il sito ARPA Basilicata riferisce attività di monitoraggioambientale condotte nel 2003 con rilevazione di metalli pesanti (cromoesavalente, piombo, mercurio), benzene e idrocarburi aromatici, compostiorganici alogenati e altri idrocarburi. Nella sola popolazione maschile è ineccesso la mortalità per patologie dell’apparato respiratorio. Si osserva uneccesso di mortalità per tumori del colon-retto nelle donne».

Val Basento (Matera)

Comuni di Ferrandina, Grottole, Miglionico,Pisticci, Pomarico e Salandra.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: chimico e di produzione dimanufatti in cemento-amianto. Tra gli uomini si osserva un eccesso dellamortalità per tutte le cause, sia in assenza sia in presenza di correzione perdeprivazione socioeconomica, e un deficit della mortalità per le malattiedell’apparato genitourinario. Nelle donne si rileva un difetto della mortalitàper malattie dell’apparato respiratorio e per le patologie dell’apparatogenitourinario».

Manfredonia (Foggia)

Comuni di Manfredonia e Monte Sant’Angelo.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: impianti chimici e discariche.Si osservano, negli uomini e nelle donne, un eccesso per tumore dello stomaco eun difetto per le malattie dell’apparato respiratorio. Stime imprecise indifetto sono presenti per malformazioni congenite e condizioni morboseperinatali».

Bari-Fibronit

Comune di Bari.

«Il Decreto del SIN elenca la presenza di unostabilimento di cemento-amianto. Risulta un eccesso di mortalità per tutte lecause, per tutti i tumori e per malattie dell’apparato respiratorio, mentrenelle donne si rileva un eccesso per le malattie dell’apparato digerente. Unavolta corretta per indice di deprivazione, risulta superiore all’atteso anchela mortalità per malattie dell’apparato circolatorio in entrambi i generi,dell’apparato digerente negli uomini e dell’apparato genito-urinario nelledonne. L’azienda Fibronit di Bari è stata oggetto di due studi di coorte. Lostudio di Belli ha riguardato i lavoratori dell’azienda, titolari di renditaINAIL per asbestosi, e ha osservato un aumento significativo della mortalità perasbestosi, tumore del polmone, della pleura e del mediastino. I risultati dellostudio di Coviello, riguardante l’intera coorte, ha mostrato eccessi dimortalità per tutte le cause, per le pneumoconiosi, tutti i tumori, per itumori maligni del polmone, della pleura e del peritoneo. L’impattodell’esposizione ambientale ad amianto, in quartieri limitrofi all’insediamentoproduttivo, è stato stimato da Musti con uno studio caso-controllo che havalutato la distribuzione spaziale di mesotelioma di origine non professionale,e ha osservato nella popolazione residente entro 500 metri dall’impianto unsignificativo incremento di rischio».

Taranto

Comuni di Taranto e Statte.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN riporta lapresenza di una raffineria, un impianto siderurgico, un’area portuale e didiscariche di RSU con siti abusivi di rifiuti di varia provenienza. Il lungoelenco di malattie comprende: eccesso tra il 10% e il 15% nella mortalitàgenerale e per tutti i tumori in entrambi i generi; eccesso di circa il 30%nella mortalità per tumore del polmone, per entrambi i generi; eccesso, inentrambi i generi, dei decessi per tumore della pleura, che permane; eccessocompreso tra il 50% (uomini) e il 40% (donne) di decessi per malattierespiratorie acute; associato a un aumento di circa il 10% nella mortalità pertutte le malattie dell’apparato respiratorio; eccesso di circa il 15% tra gliuomini e 40% nelle donne della mortalità per malattie dell’apparato digerente;incremento di circa il 5% dei decessi per malattie del sistema circolatoriosoprattutto tra gli uomini; quest’ultimo è ascrivibile a un eccesso dimortalità per malattie ischemiche del cuore, che permane, anche tra le donne uneccesso per la mortalità per condizioni morbose di origine perinatale (0-1anno), con evidenza Limitata di associazione con la residenza in prossimità diraffinerie/poli petrolchimici e discariche, e un eccesso di circa il 15% per lamortalità legata alle malformazioni congenite, che non consente però diescludere l’assenza di rischio».

Brindisi

Comune di Brindisi.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: chimico, petrolchimico, centralielettriche, area portuale, discariche. In entrambi i generi si osserva uneccesso per il tumore della pleura. È presente un eccesso di mortalità per lemalformazioni congenite».

Crotone-Cassano-Cerchiara (Cosenza)

Comuni di Cassano ionico, Cerchiara di Calabria eCrotone.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: chimico, discariche. Gli eccessisono evidenti in particolare tra gli uomini per i quali, oltre alla mortalitàper tutte le cause, risultano in eccesso tutti i tumori, le malattiedell’apparato circolatorio, respiratorio e genitourinario. Nelle donne, oltrealla mortalità per tutte le cause, è in eccesso quella per malattiedell’apparato digerente. Un eccesso della mortalità per malattie dell’apparatorespiratorio negli uomini».

Milazzo (Messina)

Comuni di Milazzo, Pace del Mela e San Filippo delMela.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: impianti per la produzione diapparecchiature elettriche, una raffineria, un impianto siderurgico e unacentrale elettrica. Risulta, fra gli uomini, un eccesso per le malattiedell’apparato genitourinario e un difetto per le patologie dell’apparatorespiratorio. Tra le donne si osserva un difetto per tutte le cause, per lemalattie dell’apparato digerente e del sistema circolatorio. Per i sottogruppidi classe di età 0-1 e 0-14 risulta in eccesso la mortalità nel primo anno divita per alcune condizioni morbose di origine perinatale. Un recente studio dicoorte occupazionale sugli ex lavoratori di una industria di manufatti incemento-amianto nel Comune di San Filippo del Mela ha analizzato la mortalitàper cause asbesto-correlate e l’incidenza del mesotelioma. Pur con dei limiti,dovuti principalmente alla mancanza dei libri-matricola, e quindiall’impossibilità di ricostruire gli anni-per- sona a rischio, l’indagine haevidenziato un eccesso dell’incidenza di mesotelioma ed eccessi di mortalitàper tumore maligno della pleura, del polmone e per pneumoconiosi».

Biancavilla (Catania)

Comune di Biancavilla.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN riferisce lapresenza di cava di materiale lapideo contaminato da fluoro-edenite, una fibraasbestiforme. Si osserva un eccesso di mortalità per tutte le cause sia negli uominisia nelle donne. Anche le malattie dell’apparato cardiovascolare edell’apparato respiratorio risultano in eccesso sia negli uomini sia nelledonne. È presente in entrambi i generi un difetto di patologie dell’apparatodigerente. Si evidenzia un eccesso di mortalità per tumore maligno dellapleura, con un ampio intervallo di confidenza».

Priolo (Siracusa)

Comuni di Augusta, Melilli, Priolo Gargallo eSiracusa.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: impianti chimici, un polopetrolchimico, una raffineria, un’area portuale, amianto e discariche. Nel SINsi sono osservati eccessi della mortalità generale per tutte le cause e pertutti i tumori tra gli uomini, per malattie dell’apparato digerente tra ledonne. Sono in eccesso negli uomini i tumori del polmone e della pleura, causa,quest’ultima, in eccesso anche nelle donne; la mortalità è in eccesso inentrambi i generi per le malattie respiratorie acute».

Gela (Caltanissetta)

Comune di Gela.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: chimico, petrolchimico,raffineria e discarica rifiuti. Il segnale più evidente è quello di un eccessodi tumori polmonari sia tra gli uomini sia tra le donne; tra gli uomini sono ineccesso anche il tumore dello stomaco e l’asma; tra le donne il tumore delcolon-retto e l’asma, quest’ultima con una stima imprecisa».

Porto Torres (Sassari)

Comuni di Porto Torres e Sassari.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: chimico, petrolchimico,raffineria, centrale termoelettrica, area portuale e discariche. I risultatimostrano un’aumentata incidenza per tutti i tumori. Un’aumentata mortalità peril tumore del polmone, per le malattie dell’apparato respiratorio, anche acute,e per le malformazioni congenite. Tra i lavoratori esposti ad asbesto èaumentata l’incidenza per tumore della vescica. Sia per gli uomini sia per ledonne sono presenti eccessi per il tumore del fegato e la leucemia mieloide».

Sulcis-Iglesiente-Guspinese (Cagliari)

Comuni di Arbus, Assemini, Buggerru, Calasetta,Capoterra, Carbonia, Carloforte, Domus de Maria, Domusnovas, Fluminimaggiore,Giba, Gonnesa, Gonnosfanadiga, Guspini, Iglesias, Masainas, Musei, Narcao,Nuxis, Pabillonis, Perdaxius, Piscinas, Portoscuso, Pula, San Gavino Monreale,San Giovanni Suergiu, Santadi, Sant’Anna Arresi, Sant’Antioco, Sarroch,Siliqua, Teulada, Tratalias, Uta, Vallermosa, Villa San Pietro, Villacidro,Villamassargia e Villaperuccio.

«Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca lapresenza delle seguenti tipologie di impianti: impianti chimici, miniere ediscariche. Per uomini e donne è presente un eccesso di mortalità per le malattiedell’apparato respiratorio e un difetto, per i soli uomini, per le malattiecircolatorie. Il tumore della pleura è in eccesso in entrambi i generi con unastima imprecisa dell’SMR. Si rileva infine un eccesso della mortalità per lecondizioni morbose perinatali. Nei bambini delle scuole elementari diPortoscuso una frequenza più elevata di sintomi ostruttivi e bronchiticirispetto ai coetanei dei Comuni di confronto; nei bambini di Sarroch lafrequenza è più elevata anche per l’asma».

via Su la Testa