,

Intolleranze alimentari: come scoprire quali cibi ti stanno facendo male

Allergie ed Intolleranze Alimentari…Vero problema per molti. Tanti sono i sintomi e moltissimi i problemi che ne derivano. ECCO COME RICONOSCERLI! VIDEO

Nota: Il seguente articolo è stato tradotto con google traduttore da hypescience.com, pertanto non si presenta grammaticamente corretto.

Spesso capita di avere problemi alimentari in seguito di allergie o intolleranze. Non è una cosa simpatica da sopportare e soprattutto da combattere.
Anche se per quanto riguarda le allergie alimentari sono relativamente rare (colpiscono circa il 5% della popolazione mondiale), le intolleranze alimentari sono abbastanza comuni. Forse anche troppo diffuse in questi ultimi periodi!

E ‘difficile non conoscere un parente o amico che ha restrizioni dietetiche a causa di queste intolleranze, o magari si tratta di noi stessi in persona… Tali disturbi si manifestano di solito con sintomi come costipazione, difficoltà di deglutizione, bruciore di stomaco, conati di vomito, diarrea, gonfiore e mal di testa.

GUARDA ANCHE IL VIDEO CHE VI ABBIAMO CARICATO IN FONDO ALL’ARTICOLO

loading...

Quali alimenti possono danneggiarci

Come si fa a capire quali alimenti possono danneggiarci?

Per molti pazienti con problemi di allergie e intolleranze alimentari, Il medico Shah Amy, specialista in Medicina Interna, Allergologia ed Immunologia, suggerisce ai suoi pazienti di soddisfare una dieta ristretta che va da una settimana a un mese. “Dopo aver seguito questo programma, molti di loro hanno i seguenti benefici:la perdita del peso, minor numero di sintomi indesiderati della menopausa o sindrome premestruale, riduzione del reflusso acido, più energia, dormono meglio, una colorazione più chiara della pelle, tra molti altri effetti. Anche io sono rimasta sorpresa in un primo momento, “dice.

Shah riferisce che, dopo aver osservato molti dei suoi pazienti che hanno avuto questi effetti collaterali positivi, il medico ha deciso di provare la dieta. Un mese dopo, sostiene di essere venuta alla conclusione che la cosa migliore per lei sarebbe “smettere di mangiare alcuni  alimenti una volta per tutte.” Cioè, anche se il tuo corpo non ha mai espresso chiaramente che questi alimenti non possono fare  bene , quando questi alimenti sono scomparsi dalla dieta, il vostro corpo vi ringrazierà.

 Le note mediche, tuttavia, che le allergie e le intolleranze alimentari sono due situazioni distinte. L’allergia alimentare è una risposta immunitaria immediata, di solito con conseguente inasprimento della gola, orticaria e anafilassi. Anche una quantità microscopica di un particolare ingrediente può causare una reazione grave, pericolosa per la vita della persona. Se pensi di avere una allergia alimentare, Shah suggerisce di consultare immediatamente un medico e non cercare l’auto-diagnosi a causa della potenziale gravità del caso.

Cause ed effetti delle intolleranze alimentari

L’intolleranze alimentari, in genere sono una reazione ritardata che può causare problemi intestinali, o altri sintomi. Questa è un’area in cui molta ricerca è condotta sul sistema immunitario e altri meccanismi. I ricercatori hanno trovato sempre più che le malattie  sono provocate dai cibi che mangiamo. Cioè, queste intolleranze alimentari possono causare tutti i tipi di sintomi che vanno da mal di testa al gonfiore addominale. Per scoprire a quali alimenti si può essere intolleranti, il medico Amy Shah ha sviluppato un piano di eliminazione del cibo  costituito da otto passi che si possono fare da soli. Secondo lei, lo standard usato in questo esperimento è molto affidabile ed i risultati sono megliori che con esami del sangue (il cui uso per le intolleranze alimentari è controverso ):

  • Provate a stare lontano da prodotti lattiero-caseari, grano, soia e uova per due o tre settimane. Questi includono yogurt, formaggi, latte, cibi elaborati  utilizzando l’uovo come uno dei suoi ingredienti.
  • Aggiungi alla dieta un elemento alla volta, con tre giorni di distanza tra loro.
  • Poi smettere di mangiare arachidi, pesce e mais anche per due o tre settimane. Ricordarsi di leggere le etichette dei prodotti che solitamente consumiamo  e chiedere gli ingredienti dei piatti nei ristoranti.
  • Includerli uno alla volta con lo stesso intervallo di tre giorni.
  • Rimuovere le noci dal menu (come mandorle, noci, anacardi e Para ecc) e tutto il pesce per due o tre settimane.
  • Aggiungere nuovamente i cibi uno ad uno con un arco di tre giorni tra loro.
  • Eliminare tutti gli alimenti o le bevande che contengono conservanti come il glutammato monosodico, zuccheri artificiali e coloranti artificiali per una settimana. Questa è probabilmente la parte più difficile del programma, perché questo gruppo include bevande analcoliche, la maggior parte delle bevande alcoliche e stuzzichini, ma è solo per una settimana!
  • Ritorna al consumo  (se vi piace) degli alimenti di cui sopra, anche con la separazione di tre giorni tra loro.

Raccomandazioni

Le raccomandazioni sono di rimuovere definitivamente i cibi che causano sintomi come gonfiore, dolore alle articolazioni, confusione mentale o costipazione. La teoria  che sta dietro questo programma è che alcuni alimenti possono causare l’infiammazione delle articolazioni o all’intestino,o allo stomaco. Con l’aggiunta di un alimento  se si nota che questi sintomi sono tornati, avrete identificato un ingrediente che non dovrebbe far parte della vostra dieta. In genere, ci vogliono almeno due settimane per notare alcuna differenza rispetto a questi sintomi. Shah ricorda che maggiore è il periodo di “di due o tre settimane”, migliori saranno i risultati. “Se, dopo il test, si pensa di poter avere un’allergia fatale o se siete ancora confusi, visitare un allergologo immediatamente. Ma se si è in grado di identificare gli alimenti che causano problemi e disagio semplicemente smettete  di prenderli, il vostro corpo vi ringrazierà immediatamente “, ha detto il medico.[Hacker Vita ] Jessica Maes

IL VIDEO

Fonte:http://hypescience.com/como-descobrir-quais-alimentos-estao-te-fazendo-mal/

Tratto da : http://www.pianetablunews.it/?p=22336

loading...

COSA NE PENSI DI QUESTO ARTICOLO?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

loading...

E IL CALDO AFRICANO ARRIVERÀ IN ITALIA DA MERCOLEDÌ, CON TEMPERATURE MINIME NUOVAMENTE SUPERIORI AI 20°C

Finalmente smascherata la bufala della margarina! Una ignobile truffa al folto esercito degli ingenui consumatori del “light”…