,

IL MONDO E’ SOTTO ATTACCO DEGLI HACKER: COS’È IL RANSOMWARE E COME PUOI DIFENDERTI

loading...

Si chiamano ransomware questi nuovi nemici. Termine che deriva da ransom (in inglese riscatto).

Sono virus che appunto sequestrano file e dispositivi elettronici che una volta infettati non possono più essere utilizzati.

Infatti per “liberarli”, i criminali informatici richiedono sempre un riscatto in denaro.

loading...

Sono particolarmente bravi questi hacker che inviano in rete i ransomwere: come abbiamo visto anche in queste ore, colpiscono organizzazioni, privati, aziende.

Non facendosi scrupoli neppure di attaccare Ospedali, come accaduto a Londra. Anche gli americani dell’FBI sono stati colpiti.

Addirittura pare che il ransomwere che ieri ha infettato mezzo mondo sia stato proprio sottratto al Federal Boureau of Investigation.

Gli attacchi a base di ransomware hanno visto una crescita esponenziale proprio negli ultimi mesi. Almeno 638 milioni ne sono stati registrati nello scorso anno.

Una vera esplosione del fenomeno che è stata datata dagli esperti marzo 2016, quando gli attacchi sono passati da 280mila a 30 milioni.

Periodo in cui le aziende sono state costrette a pagare per il riscatto dei propri sistemi più di 200 milioni di dollari. E solo nel primo trimestre dell’anno.

Un vero boom di criminalità informatica dovuta ai basti cossi e alla facilità tecnica del ransomware.

In aiuto dei criminali informatici c’è inoltre il fatto che la moneta richiesta per il riscatto, il Bitcoin, è una valuta virtuale che permette a costoro il totale anonimato dal momento che i pagamenti non sono tracciabili.

La domanda, ovvia, perciò è: come difendersi?

Diciamo che in primis è sempre bene installare e aggiornare un programma antivirus, provvedendo a scansioni regolari, sia sul computer che sullo smartphone.

Inoltre, diffidare sempre dei messaggi con mittenti sconosciuti e anche di quelli conosciuti, che però appaiono curiosi o fanno sorgere dubbi.

Evitare, infine, di aprire gli allegati nelle mail direttamente: effettuare sempre una scansione con l’antivirus prima della loro apertura. Sperando che ciò questi accorgimenti possano bastare.

Fonte: Qui

loading...

COSA NE PENSI DI QUESTO ARTICOLO?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

loading...

Fusti di botulino, medicinali scaduti, scarti umani: c’è di tutto sotto le campagne di Cassino

DAL SEMPLICE STARNUTO ALLE CRISI EPILETTICHE: GLI EFFETTI COLLATERALI DELL’ORGASMO CHE NON IMMAGINAVI