Curiosità Salute

I MEDICI SPIEGANO PERCHÉ RISCALDARE O CUOCERE IL CIBO NEI FOGLI D’ALLUMINIO PUÒ NUOCERE ALLA SALUTE

È difficile da credere, ma l’alluminio è il metallo più diffuso sulla terra. Entra in gioco quando utilizziamo pentole, utensili da cucina e acqua potabile.

Inoltre, possiamo trovarlo nella vaniglia in polvere, nel bicarbonato di sodio, nelle aspirine, nei deodoranti, nei preparati per torte e in una lista infinita di tanti altri prodotti.

Dunque l’alluminio è dappertutto, ma è sicuro per la nostra salute?

Secondo un recente studio, il foglio d’alluminio è uno dei più grandi “criminali” ignorati. Effettivamente, il calore fa sì che l’alluminio presente nella lamina si diffonda sugli alimenti in quantità potenzialmente nocive.

I ricercatori affermano che, una volta raffreddati, cotti o riscaldati in fogli d’alluminio, gli alimenti ne contengono livelli molto più elevati. Il problema è che l’alluminio non dovrebbe accumularsi sul cibo, né, a maggior ragione, nel corpo.

Cosa rende l’alluminio tanto pericoloso per la salute?

Secondo uno studio recente, alti livelli d’alluminio nel corpo portano all’Alzheimer e all’osteoporosi.

Perciò dovremmo eliminare l’alluminio dalla cucina? Ovviamente no!

I ricercatori affermano che il foglio d’alluminio, se utilizzato per conservare cibi freddi, non comporta rischi per la salute.

È stato osservato che la lisciviazione dipende dal riscaldamento e non dal contatto di un lato (opaco o lucido) della lamina col cibo.

Ma non è tutto! È possibile trovare l’alluminio anche in un certo numero di additivi alimentari, comunemente utilizzati nei ristoranti di tutto il mondo.

Quindi, l’utilizzo dell’alluminio è talmente diffuso che non è possibile valutarne correttamente i rischi.

Tuttavia, il nocciolo della questione è che l’alluminio non è come il ferro, di cui il corpo ha effettivamente bisogno. Il nostro organismo, in generale, non richiede alluminio, perciò è molto meglio farne a meno.

Se vuoi ridurre il rischio di sviluppare Alzheimer o osteoporosi, ecco alcuni consigli da seguire:

1. Assicurati di utilizzare il foglio d’alluminio solo per la conservazione dei cibi freddi, non per cucinarli.

2. Evita gli alimenti trasformati poiché potrebbero contenere alluminio.

3. Acquista prodotti per l’igiene e per la cucina con la scritta “senza alluminio”. Sì, esistono davvero!

via Fabiosa

Questo materiale è offerto a puro titolo informativo. Alcuni dei prodotti e oggetti presentati in questo articolo possono provocare reazioni allergiche o nuocere alla salute. Prima dell’uso, consultare un tecnico/specialista certificato. Il comitato editoriale non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni o altre conseguenze che possano derivare dall’uso di metodi, prodotti od oggetti presentati in questo articolo.