Salute

ECCO I SINTOMI PRINCIPALI DEL COLESTEROLO ALTO E COME EVITARE GRAVI PROBLEMI SI SALUTE

Il colesterolo è una sostanza presente nella maggior parte dei tessuti del corpo. Il fegato è responsabile della produzione di gran parte del colesterolo presente nell’organismo, mentre il resto viene assunto con il cibo. Fai attenzione, ci sono alcuni alimenti che contengono più colesterolo di quanto tu possa pensare!

Le lipoproteine presenti nel sangue sono responsabili del trasporto del colesterolo nel corpo.

Esistono due tipi di colesterolo:

  • lipoproteina a bassa densità (LDL) (chiamata anche “colesterolo cattivo”) – il colesterolo LDL può accumularsi sulle pareti delle arterie e intasarle;
  • lipoproteina ad alta densità (HDL) (chiamata anche “colesterolo buono”) – trasporta il colesterolo in eccesso nel fegato, che poi lo depura.

È sbagliato pensare che il colesterolo stesso faccia male. Il corpo ne ha bisogno per produrre ormoni, vitamina D e fluidi digestivi. Aiuta anche gli organi a funzionare bene. Ma livelli di colesterolo elevati possono causare una serie di problemi di salute. Fare un esame del sangue per misurare i livelli del colesterolo come parte del controllo medico e diminuirne i livelli attraverso una dieta equilibrata, l’attività fisica e i farmaci ti aiuterà a evitare i problemi di salute causati dal colesterolo alto.

Sistema cardiovascolare e circolatorio

L’aumento dei livelli di colesterolo LDL può portare all’aterosclerosi, che diminuisce il flusso sanguigno. Ciò mette a dura prova il cuore, e alla fine può portare a malattie cardiache.

Una placca nelle arterie del cuore può impedire al muscolo cardiaco di avere sangue ossigenato a sufficienza. Spesso si verifica dolore al torace, chiamato angina pectoris, che può essere un segnale di avvertimento d’imminente attacco di cuore. Una piccola parte della placca (ovunque nel sistema arterioso) può staccarsi e viaggiare verso il cuore o il cervello, causando infarto o ictus.

La placca può anche ostacolare il normale flusso sanguigno in altre parti del corpo – nelle braccia, nelle gambe, nei piedi e nello stomaco: una malattia chiamata arteriopatia periferica.

Sistema endocrino

Il corpo ha bisogno di colesterolo per produrre ormoni, come estrogeni, testosterone e cortisolo. I livelli di determinati ormoni e i livelli di colesterolo sono interdipendenti. Ad esempio, quando i livelli di estrogeni aumentano nelle donne, i livelli di colesterolo HDL sono in aumento e i livelli di colesterolo LDL diminuiscono. Questo spiega perché il rischio di malattie cardiache nelle donne aumenta dopo la menopausa (quando il livello degli estrogeni è basso).

La carenza di ormone tiroideo (ipotiroidismo) aumenta i livelli di colesterolo totale e LDL. Se i livelli di ormone tiroideo sono troppo alti (ipertiroidismo), accade il contrario. La terapia chiamata deprivazione androgenica, utilizzata per trattare il cancro alla prostata, può aumentare il colesterolo LDL e diminuire i livelli di colesterolo HDL. La carenza di ormone della crescita può anche portare ad un aumento dei livelli di colesterolo LDL.

Sistema nervoso

Circa il 20% del colesterolo del corpo si trova nel cervello. Svolge un ruolo importante nello sviluppo e nella protezione dei neuroni, che è essenziale per il cervello, perché gli permette di funzionare in armonia con gli altri organi.

Troppo colesterolo può causare un ictus, che può compromettere il movimento, la funzione cognitiva e altre funzioni cerebrali.

L’aumento del colesterolo nel sangue accelera anche la formazione di placche di beta-amiloide, che danneggiano il cervello nei pazienti affetti da Alzheimer.

Apparato digerente

Il fegato ha bisogno di colesterolo per produrre la bile, un fluido che aiuta la digestione. Ma una quantità elevata di colesterolo nella bile porta alla formazione di calcoli delle vie biliari.

Fonte: Fonte: HealthLine

via Fabiosa

Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell’articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall’utilizzo delle informazioni presentate in questo articolo.