Un tema, la pressione alta, molto collegato anche allo stress e in questi tempi non ne siamo a corto…la dr Rath Foundation indica dei rimedi naturali per affrontarla.

————————-

Pressione alta: di cosa si tratta?

Nota anche come ipertensione, la pressione alta è una condizione in cui la forza del sangue che spinge contro le pareti dei vasi sanguigni è costantemente troppo alta.

Fare la lettura della pressione sanguigna richiede la misura di due valori: la pressione sistolica (il valore piu’ alto) è la pressione nelle arterie quando il cuore si contrae. La pressione diastolica (il valore piu’ basso) è la pressione nelle arterie, quando il cuore si rilassa tra i battiti. Entrambe queste letture sono misurate in millimetri di mercurio (mmHG).

Mentre la pressione del sangue può ampiamente variare nel corso della giornata, la pressione normale del sangue in condizioni rilassate viene considerata essere generalmente 120/80. Chi alla lettura avesse costantemente valori più alti di 140/90, viene considerato soggetto con pressione alta

Quando la pressione del sangue è troppo alta, ciò aggiunge tensione non solo ai vasi sanguigni, ma anche al cuore, cervello, occhi, reni ed altri organi. Tutto ciò può aumentare il rischio di serie condizioni che anche possono minacciare la vita, come per esempio infarti, ictus, patologie renali, insufficienze cardiache ed altri problemi.

In casi di seria pressione alta, per esempio180/120 o piu’, si possono avere sintomi come mancanza di respiro, emorragie dal naso, capogiri, dolori al costato ed anche in alcuni casi sangue nelle urine. Serie condizioni di pressione alta richiedono immediato intervento medico dato sono alti i rischi di conseguenze sulla vita.

I fattori rischio per la pressione alta

C’è molto che si può fare per ridurre il proprio rischio di sviluppare alta pressione. La ricerca mostra chiaramente, per esempio, che persone in sovrappeso e obese è piu’ probabile che abbiano pressione alta rispetto agli altri.

Una carenza di esercizio fisico è un altro fattore. Anche il fumo alza il rischio di pressione alta. Nel difendere se stesso dalle molecole tossiche presenti nel fumo di sigaretta, il corpo ricorre alla sua riserva di antiossidanti.  La ricerca mostra che i livelli sanguigni di antiossidanti come vit C e E sono marcatamente ridotti nei fumatori.

Uno stress mentale prolungato è un altro fattore rischio nella pressione alta. Molti medici non hanno ancora chiaro questo fatto , ma il meccanismo biochimico che sta dietro questo fenomeno è ben compreso.

Durante uno stress fisico o emozionale, il corpo produce alte quantità di adrenalina, l’ormone dello stress. Per ogni molecola di adrenalina prodotta, il corpo ha bisogno di fornire una molecola di vitamina C come catalizzatore. Ecco perché uno stress fisico o mentale di lunga durata puo’ seriamente depauperare la riserva del corpo, di questo importante micronutrimento. La vitamina C inoltre svolge un ruolo importantissimo nella protezione da pressione alta.

L’approccio della medicina cellulare alla pressione alta

I trattamenti farmaceutici  per la pressione alta, come i betabloccanti e i diuretici, raggiungono solo i sintomi della condizione. Mentre abbassano la pressione del sangue, non arrivano a correggere la causa primaria sottostante. Mentre l’approccio della Medicina Cellula del  Dr. Rath, si rivolge direttamente alle carenze di micronutrienti che sono alla radice del problema.

     

Ognuno dei seguenti micronutrienti gioca un ruolo essenziale nel prevenire e normalizzare la pressione alta e se usatin insieme hanno migliore effetto sinergico.

ARGININA: un amminoacido chiave che svolge un ruolo importante nella di una molecola nota come ossido nitrico (o monossido di azoto), che aumenta l’elasticità delle pareti arteriose ed aiuta a normalizzare la pressione alta

VITAMINA C un micronutriente chiave per la stabilità dei vasi sanguigni , aumenta la produzione di prostaciclina, una molecola che rilassa le pareti dei vasi sanguigni ed aiuta ad mantenere la viscosità del sangue ad ottimi livelli

MAGNESIO, un minerale noto come “l’antagonista del calcio della natura”, è essenziale per un equilibrio minerale ottimale nelle cellule delle pareti dei vasi sanguigni. Un ottimo equilibrio minerale è la precondizione per un rilassamento delle pareti arteriose

LISINA E PROLINA, due amminoacidi che aiutano a proteggere le pareti arteriose e a prevenire lo sviluppo di depositi aterosclerici. Dato che l’aterosclerosi è interconnessa con la pressione alta, anche questi due amminoacidi sono essenziali per prevenire e correggere la condizione di salute,

fonte: https://www.dr-rath-foundation.org/2018/05/how-to-lower-high-blood-pressure-using-natural-approaches/

traduzione M. Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net