Salute

COME RICONOSCERE LA TROMBOSI IN DIVERSE PARTI DEL CORPO? ECCO I 6 GRUPPI DI SINTOMI PRINCIPALI

Ti sei ferito qualche volta con un coltello da cucina o un rasoio? La capacità del sangue di coagularsi ci protegge da gravi emorragie. Tuttavia, i coaguli di sangue possono formarsi nel corpo anche in assenza di ferite. Nel caso in cui blocchino un vaso sanguigno e ostacolino il flusso sanguigno, sorgono gravi complicanze.

Un coagulo di sangue (trombo) può formarsi in qualsiasi vaso sanguigno (sia in un’arteria che in una vena). Praticamente qualsiasi parte del corpo può soffrirne, e la sintomatologia dipende dalla localizzazione del trombo. È necessario capire chiaramente i sintomi della trombosi, per chiamare l’ambulanza in caso ce ne sia bisogno.

1. Trombo nei vasi degli arti

Se un coagulo di sangue si forma in una vena profonda di uno degli arti, si verifica la cosiddetta trombosi venosa profonda. La trombosi può verificarsi dopo un lungo periodo di immobilità (ad esempio, dopo un lungo sonno o volo). Questa condizione minaccia la vita nel caso in cui il coagulo si stacchi dalla parete del vaso e giunga nei polmoni o nel cuore.

Sintomi della trombosi venosa profonda:

  • edema dell’arto colpito;
  • arrossamento o cianosi dell’arto;
  • febbre locale;
  • dolore all’arto.

La gravità dei sintomi dipende dalla dimensione del trombo e dalla sua localizzazione specifica. La trombosi venosa profonda è un’emergenza; in caso di presenza di uno dei sintomi sopra riportati, è necessario cercare immediatamente un aiuto medico.

2. Trombo nella cavità addominale

I coaguli di sangue possono formarsi nelle vene che trasportano il sangue dall’intestino. A rischio sono le persone che soffrono di diverticolite, pancreatite, appendicite e anche coloro che assumono contraccettivi orali o fanno uso di terapia ormonale.

Sintomi della trombosi nella cavità addominale:

  • nausea e vomito;
  • dolore addominale che peggiora dopo aver mangiato;
  • diarrea;
  • presenza di sangue nelle feci;
  • gonfiore addominale.

Questi stessi sintomi possono segnalare un altro problema, ma in ogni caso richiedono cure mediche immediate.

3. Trombo nei vasi renali

La presenza di un coagulo nei vasi renali impedisce il normale funzionamento dell’organo e può portare a un aumento della pressione sanguigna e all’insufficienza renale. Questa trombosi può manifestarsi con i seguenti sintomi:

  • dolore a un fianco;
  • presenza di sangue nelle urine;
  • febbre alta;
  • nausea e vomito;
  • ipertensione;
  • respirazione alterata;
  • edemi delle gambe.

Consultare un medico alla manifestazione di questi sintomi.

4. Trombo nei polmoni

Se un coagulo di sangue impedisce il flusso sanguigno nei polmoni, si sviluppa l’embolia polmonare. Questa malattia può portare alla morte in caso di mancato trattamento. La causa più comune della tromboembolia dell’arteria polmonare è la trombosi venosa profonda, a seguito della quale si forma un coagulo di sangue negli arti inferiori, che poi entra nei polmoni.

Sintomi di tromboembolia dell’arteria polmonare:

  • improvvisa sensazione di mancanza d’aria;
  • dolore nella cavità toracica;
  • palpitazioni cardiache;
  • cianosi della pelle;
  • emottisi.

5. Trombo nel cuore

Un trombo nella cavità cardiaca può portare a un infarto. Si manifesta con i seguenti sintomi:

  • una sensazione di oppressione nel petto;
  • dolore al petto;
  • dolore irradiato a collo, mandibola, spalla sinistra;
  • respirazione alterata;
  • sudorazione eccessiva;
  • debolezza.

Se si verifica uno di questi sintomi, chiamare immediatamente un’ambulanza.

6. Trombo nei vasi del cervello

La trombosi dei vasi cerebrali provoca un ictus. Più in fretta il soggetto riceve assistenza medica, maggiori sono le sue possibilità di sopravvivenza e di conservazione delle funzioni cerebrali.

Sintomi dell’ictus:

  • perdita di sensibilità su un lato del corpo;
  • debolezza generale;
  • visione e linguaggio alterati;
  • difficoltà di movimento;
  • coscienza alterata;
  • mal di testa.

Sapere quali sono i sintomi della trombosi in varie parti del corpo ti aiuterà a capire quando si debba cercare un aiuto medico. Non si può rimandare in nessun caso!

Fonte: HealthLine (1)HealthLine (2)WebMD

via Fabiosa