Salute

CANCRO DELL’ENDOMETRIO: CINQUE SINTOMI OLTRE AL SANGUINAMENTO, FATTORI DI RISCHIO E TRATTAMENTO

Se in una donna si verificano squilibri ormonali, molte cose possono funzionare male nel suo corpo. Una di queste è il cancro dell’endometrio, un tipo di cancro uterino (utero) che si sviluppa nell’endometrio (rivestimento uterino).

Di tutti i tipi di cancro che si sviluppano nel sistema riproduttivo femminile, il cancro dell’endometrio è il più comune. Fortunatamente, nella maggior parte dei casi questo tipo di cancro mostra i suoi sintomi nelle fasi iniziali, rendendo più efficace una diagnosi tempestiva e un trattamento efficace.

I sintomi del cancro dell’endometrio

A differenza di molti altri tipi di cancro, il carcinoma dell’endometrio può essere diagnosticato precocemente. Il sintomo più comune è il sanguinamento vaginale fuori dal ciclo.

Il cancro dell’endometrio è più diffuso tra le donne che hanno attraversato la fase della menopausa, e quindi qualsiasi tipo di sanguinamento vaginale che avviene dopo, non rientra nella norma. Se ci si trova in postmenopausa e si verifica sanguinamento vaginale, si dovrebbe consultare il ginecologo. Questo sintomo può essere causato da una condizione benigna, ma richiede lo stesso trattamento.

Oltre al sanguinamento vaginale, i sintomi del cancro dell’endometrio possono includere anche:

  • perdite trasparenti o biancastre (nelle donne in postmenopausa);
  • cicli mestruali che durano troppo a lungo;
  • eccessivo sanguinamento durante il ciclo;
  • dolore pelvico;
  • dolore durante il rapporto sessuale.

Avere questi sintomi non sempre indica la presenza di cancro, in ogni caso è sempre utile farsi controllare dal medico.

Fattori che aumentano il rischio di cancro dell’endometrio

Alcuni fattori sono conosciuti per la loro capacità di aumentare il rischio di contrarre il cancro dell’endometrio, come per esempio:

  • avere più di cinquant’anni;
  • eccesso di estrogeni e mancanza di progesterone;
  • non aver mai partorito;
  • inizio del ciclo prima dei dodici anni;
  • insorgenza più tardiva della menopausa;
  • obesità;
  • essersi sottoposti a terapia ormonale per curare o prevenire il cancro al seno;
  • ipertensione non adeguatamente controllata.

Trattamento del cancro dell’endometrio

La rimozione chirurgica dell’utero (isterectomia) nella fase iniziale, può curare la malattia. In alcuni casi, anche altri organi riproduttivi (ovaie, tube di Falloppio e cervice) devono essere eliminati. È impossibile avere figli dopo che l’utero è stato rimosso.

Anche la chemioterapia e la radioterapia sono spesso utilizzate per trattare la malattia, congiuntamente alla chirurgia.

Un altro tipo di trattamento è la terapia ormonale, ma potrebbe non avere le stessa efficacia degli altri trattamenti.

Fonte: NHS UKMayo ClinicHealthLineWebMD

via Fabiosa