, ,

Avviso della polizia:”Attenti alla truffa della notifica a nome di Facebook”. Fate circolare l’avviso

loading...

Purtroppo sul web la truffa è dietro l’angolo, bisogna sempre fare molta attenzione a non cadere nella trappola dei malintenzionati che sono sempre pronti a fregarsi i nostri soldi e dati in maniera inopportuna e senza alcuno scrupolo.

E’ proprio per il fine di prevenire e contrastare la commissione dei reati commessi a mezzo internet, la Polizia di Stato ritiene di dover informare gli utenti del web su una modalità di  truffa che sta interessando la rete, la quale sta attualmente rubando migliaia di account Facebook dalle mani dei proprietari, col fine di inondarli di contenuti porno e pubblicitari a nome degli utenti derubati.

Ecco di cosa si tratta e come difendersi.

In pratica, si riceve una notifica a nome di Facebook che in realtà non è il vero social. Si tratta di un trucco che ,con un messaggio e un link preposto, vi rimanderà su di un’altra pagina dove vi viene richiesto di mettere entro un’oretta di nuovo il nome utente e la password che usate per accedere al social.

loading...

Vi mostriamo di seguito la pagina in questione.

falso-facebook

Ed è quì che scatta la trappola! La truffa si basa sul fatto che gli utenti si fidino nel comunicare i loro dati (nome utente e password) a Facebook stesso, ma in realtà vanno ad inserirli in una falsa finestra che assomiglia soltanto a quella del social network più famoso al mondo.

Fate attenzione a non correre rischi. Se mettete i vostri dati in questa finestra, non fate altro che lasciare i vostri dati a chi ne può fare di tutto, per fini personali (possono infatti accedere con il vostro account e pubblicarci di tutto per i loro scopi commerciali, taggare i vostri amici ecc). È una tecnica molto usata dagli hacker più forti e si basa sulla fiducia che gli utenti ripongono sul noto social network. Ovviamente se fate circolare la notizia, alcune persone eviteranno di cadere in questa ingegnosa trappola e di lasciare i propri dati in mani poco sicure.

via JedaNews

loading...

COSA NE PENSI DI QUESTO ARTICOLO?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

loading...

La sostanza cancerogena che mangiamo tutti e che spesso diamo anche ai bambini

Il 40% dei contachilometri delle auto usate sono manomessi. Ecco come accorgersene prima di acquistarle